Società Trasparente

L’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. (INVITALIA S.p.A.), in data 20 luglio 2017 ha emesso un prestito obbligazionario per € 350.000.000,00 (trecentocinquantamilioni), quotato su mercato regolamentato.
Ne consegue che, a decorrere da tale data le disposizioni in materia di trasparenza non sono più applicabili alla Società Marina di Portisco Spa, in quanto Società controllata dall’Agenzia, in virtù di quanto previsto dall’ art. 2 bis, c.2, lett. b) del D.Lgs. 33/2013 e dall’art. 26 del D.Lgs. 175/2016.
Tale esclusione comporta che:
a) l’intera sezione “Società trasparente” continuerà ad essere consultabile - per i prossimi 5 anni ovvero per i termini più brevi previsti dalle singole disposizioni di cui al D.Lgs. 33/2013 - in relazione alle informazioni e dati oggetto di pubblicazione fino al mese di luglio 2017
b) continueranno ad essere pubblicati informazioni e documenti per cui l’obbligo sia previsto da disposizioni esterne al D.Lgs. 33/2013, ovvero:
 dalla Legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”,
 dal D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39 “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico”,
 dal D.Lgs. 50/2016 con riferimento agli obblighi di trasparenza ivi previsti,
 dalla L. 4 agosto 2017 n. 124 (Legge annuale per il mercato e la concorrenza) ove applicabili alla Società.

In ciascuna singola sezione, è inserita la data di ultima pubblicazione e l’indicazione se la sezione è soggetta ad ulteriori aggiornamenti.
Per l’identificazione del dettaglio degli obblighi di trasparenza ancora applicabili alla Società Marina di Portisco, si rinvia all’Allegato 2 del Piano per la Prevenzione della Corruzione e Trasparenza pubblicato nell’apposita sezione.
L’impostazione di cui sopra potrà essere soggetta a revisione in funzione delle eventuali ulteriori indicazioni fornite da ANAC ad esito degli approfondimenti di competenza, svolti unitamente al MEF ed alla CONSOB, sulla disciplina applicabile alle Società pubbliche quotate ed emittenti strumenti finanziari quotati.